Parlavo coi figli che non ho, sulla riva del fiume. Diretta sogni n.14, Interpretazione e numeri.

Parlavo coi
figli che non ho

Diretta sogni n.14

Con Federico Berti

Stephanie Hallett, ‘Huffpost’, 16 Settembre 2017, L’interpretazione dei sogni è una cosa seria. E bisogna sapere queste 8 cose per farlo correttamente (secondo gli psicologi), “Quando sogni, hai una visione molto più equilibrata di quello che succede nella tua vita. Un sogno è come energia attinta da una particolare condizione”

Di recente ho sognato che me ne stavo sulla riva di un fiume con i miei tre bambini (nella vita in realtà non ho figli) e che spiegavo loro che avevo trascorso lì la mia infanzia e che amavo quel posto. Il sogno, per quanto illogico, mi è rimasto incollato addosso al risveglio, così quando ho avuto occasione di intervistare una psicologa junghiana, Cathy Pagano, le ho chiesto cosa potesse significare.

Stephanie Hallett ,Trad. Milena Sanfilippo

La psicanalista ha spiegato che i bambini in sogno rappresentano nuove idee, desideri di espressione creativa. I simboli sotto forma di alberi danno l’idea di qualcosa che sta per manifestarsi. L’età dei bambini – più di cinque anni uno, e meno di dieci anni l’altro – rappresenta qualcosa su cui ha lavorato negli ultimi cinque/dieci anni, che inizia a dare i suoi frutti. Infine, l’acqua rappresenta la sua felicità più pura.

1. I sogni rivelano le nostre verità più profonde.
2. Il contesto è tutto.
3. Attenzione ai sogni ricorrenti.
4. Non tutti i sogni hanno un significato nascosto.
5. Non prendere i sogni (troppo) alla lettera.
6. Lascia perdere i libri di psicologia spicciola.
7. Alcuni sogni hanno un significato ampiamente condiviso
8. I sogni si possono programmare.

A proposito dei libri che divulgano l’analisi dei sogni in modo istintivo e senza una preparazione specificamente medica, spiega che possono essere divertenti ed aprire le porte a una riflessione profonda sui propri sogni, ma il contenuto che offrono è più simile a quello oroscopi che ad accurati strumenti di analisi, secondo Emily Anhalt, dottoressa di psicologia clinica e consulente psicologica.

“L’interpretazione dei sogni non è uno strumento uguale per tutti in ogni condizione”, spiega Anhalt.

Consultazione
Libro dei sogni

Bene, ora proviamo a fare il percorso inverso, torniamo indietro alla cabala dei sogni tradizionale, dalla quale l’articolo di Stephanie Hallett addirittura sembra quasi mettere in guardia. Apriamo il libro dei sogni, un testo che come più volte abbiamo detto nelle precedenti dirette è stato ricavato integrando fra loro tante cabale diverse prodotte negli ultimi duecento anni, dopo averle confrontate con quelle dei testi classici. Prendiamo il simbolo del bambino, secondo i nostri vecchi poteva essere l’annuncio di una gravidanza in arrivo specialmente se molto piccolo, bello, sorridente e in salute, dolori se ammalato. Il bambino che parla in sogno può dare buoni consigli; rivedersi in sogno al proprio battesimo è un invito a vivere con maggiore concretezza. Per una donna, sognare di partorirne uno già grande, si considerava annuncio di vita serena, oppure di gravidanza non desiderata. Se i bambini nel sogno rappresentano i propri figli, specialmente se numerosi di entrambe i sessi, indicavano preoccupazioni e pene. Onori e profitto a chi sogna di avere una figlia femmina, specialmente se lei a sua volta nel sogno esprime un desiderio di maternità. Il fiume in sogno si pensava invitasse a viaggi dolorosi, eventi funesti, dissipazione o cattiva condotta. Se si vede distintamente l’acqua limpida, meglio se con pesci, allora si diceva portasse guadagno negli affari, sognare di farvi il bagno in quel caso preannunciava ricchezza. L’infanzia è un’estensione dell’idea dei bambini al sognatore stesso, esprime dunque l’opportunità di una rinascita all’insegna della concretezza, di nuovi progetti in arrivo.

Numeri
non vincenti

6, Il Bambino
29, Il Fiume
53, Luogo Natìo

Responso

Conversare coi figli che non hai
Sul fiume che ti vide nascituro
Più volte ancora tu rinascerai

Siamo in conclusione, in realtà a quanto pare la cabala tradizionale non ha poi raggiunto conclusioni così diverse dalla psicoanalista, la sognatrice ha davanti a sé nuovi progetti e opportunità che potrebbero cambiarle la vita. La differenza è nella scelta del linguaggio, scientifico l’una, poetico l’altra. Ma non solo, l’autrice dell’articolo sull’Huffpost consiglia un corso di psicoterapia con uno specialista di psicodinamica o psicoanalisi, che sia esperto di interpretazione dei sogni e possa aiutarti a capirli nel contesto della tua vita. Un professionista. L’interprete tradizionale cerca piuttosto la socializzazione del racconto onirico entro la sfera degli affetti e delle conoscenze personali. L’uno non esclude l’altro, come il ricorso al medico in caso di bisogno non è in contraddizione con la cura di sé stessi e dei propri cari nella vita quotidiana, prima che insorga una patologia o che si avverta il bisogno di un sostegno più specialistico.

Commenti:

Ho sognato un mare torbido e una spiaggia piena di scogli che mi impediva di arrivare a riva. 

Stefania, Backstage diretta Faceboock

Ho sognato di andare al mare ieri! stavo beatamente al sole con un mare calmo… Credo su una barca, il mare era blu, bellissimo

Maddalena, Backstage diretta Facebook

Bene, allora a stasera. Per il momento vorrei sottolineare una cosa, che riprende il discorso aperto ieri da Ivana e Teresa: Maddalena ha sognato il mare, a Stefania è venuto in mente il sogno del mare. Due sogni opposti fra loro come vedremo, ma ecco l’effetto della socializzazione del racconto di cui si parlava proprio ieri! Stasera li commentiamo nella diretta.

Newsletter

Condividi nei Social
0Shares

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *