Il sogno dell’anello scomparso. Diretta sogni 09. Interpretazioni, Responso e numeri

Il sogno
dell’anello
scomparso

di Federico Berti

Ho sognato mia zia che era morta da poco, molto molto arrabbiata e mi chiedeva dove avevo messo l’anello colla pietra rossa. Io dicevo: “Non lo so, non lo so” e lei sempre più adirata mi diceva di trovare l’anello, andarlo a prendere e ridarglielo. Mi sono svegliata e ho raccontato il sogno, sia a mia madre che alle figlie di mia zia, quella deceduta, una delle quali ha ricostruito la vicenda e ritrovato l’anello per davvero: ce l’aveva una signora in pegno ed era proprio un anello da uomo con una pietra rossa. Insomma, l’anello mancava sul serio e il sogno ne mise in moto la ricerca.

Anonimo, Diretta Sogni 08

Nel ritrovare uno stesso simbolo ricorrente in più sogni, dobbiamo tenere presente che non è mai lo stesso sogno, si deve sempre valutare la configurazione complessiva e comunicarla al sognatore, che poi la adatterà a sé stesso. Nel caso del morto che parla e dà cnsigli, lo avevamo già incontrato altre volte ed era una volta abbastanza comune l’idea che ‘portasse soldi’, in particolare questioni per la redistribuzione delle ricchezze dopo il trapasso di un caro estinto. E’ proprio questa la situazione descritta dalla sognatrice, che riferisce di aver visto in sogno la zia deceduta da pochi mesi. La seconda parte del suo racconto, ovvero la ricerca dell’anello sognato nella vita reale e l’effettiva sua ‘comparsa’ nel forziere che lo custodiva come ‘pegno’ per un prestito ricevuto, può lasciar intendere che vi sia un legame tra il sogno e la realtà, ches i tratti cioè di un sogno premonitore. Ne parlavamo qualche giorno fa, non ci vuole molto a verificare l’incidenza statistica di situazioni simili a questa. Del tutto naturale, nella delicata situazione in cui si trovava in quel momento la famiglia, ricostruire le vicende dei beni mobili e immobili appartenuti al trapassato. Basterebbe pensare alla quantità d’insegne ‘compro oro’ che vediamo in città da diversi anni, per rendersi conto che la probabilità per una famiglia di avere un anello d’oro impegnato da qualche parte, magari con una comune pietra rossa incastonata, esclude la necessità di ricorrere a una spiegazione diversa da quella probabilistica. Poi la versione consolatoria dell’anima che torna dal purgatorio ‘portando soldi’, ha pure una sua funzione, nella dolorosa e personale elaborazione del lutto. A proposito, l’anello che ho disegnato ormai quasi dieci anni fa in questa nuova cabala illustrata, era d’oro e portava una gemma rossa. Ho scelto di rappresentarlo nella sua forma più ‘tipica’ dei vari anelli che si trovano nell’argenteria di molte famiglie.

Responso e numeri:

Vero o non vero poco m’interessa
Sognato non avessi quell’anello
Non ti saresti alla sua cerca messa

58. l’Oro
88. L’Anello
48. La Morte

Condividi nei Social
0Shares