Diretta sogni n.50. Sognare una venditrice ambulante

Il sogno della
venditrice ambulante

Diretta sogni n.50
con Federico Berti

Era domenica. Tornavo a casa in bicicletta con tuta e il cappello verde di mio marito in testa, e borse della spesa. All’incrocio della pizzeria mi intralcia la strada un uomo con 4-5 figlie femmine tutti vestiti di scuro e non riuscivano a decidere quale strada prendere per andare in chiesa … tutti intorno a me mi fanno perdere l’equilibrio e appoggiando il piede a terra per non cadere inveisco contro il frenetico gruppo che si scusa e si sposta. Procede la mia corsa incontrando una venditrice ambulante… la figlia alla guida del furgone e la madre molto vecchia ma sorridente alla vendita di cappelli alcuni di paglia a forma di stelle la invito a venir sotto casa per provare i capelli e lei mi dice che vende anche quelli da uomo io contenta perché il mio amore porta tanti cappelli… Cosi mi mette in testa un capello rosso fantasia come quello dei folletti con campanello in punta ma mi va grande fino a coprimi gli occhi…mi guardo da un specchio e sorrido insieme alla vecchina divertita … Una bimba mi chiede di comprarle un completo felpa e pantaloni verde con stelle … io ci penso su … poi monto in sella e mi avvio verso casa aspettando il furgoncino mobile con i cappelli.

Simboli ricorrenti

La bicicletta indica un modo di spostarsi per brevi distanze relativamente veloce, ma all’aria aperta e non ‘inscatolati nelle nostre automobili. E’ un modo per allargare gli orizzonti del quotidiano, la propria sfera familiare, il territorio delle nostre ‘vicinanze’. Negli ultimi anni è diventato anche un simbolo di vita sana, un mezzo di trasporto ecologico, si pensi ad alcune città del nord Europa dov’è molto più usato che qui da noi. Comunque un simbolo di vita all’aria aperta, desiderio di evasione. Perdere l’equilibrio veniva considerato un simbolo positivo, se poi il sognatore nel cade: indica una svolta, un cambiamento nella vita, un consolidamento della posizione che deve passare attraverso la perdita momentanea del controllo. Se a far perdere l’equilibrio sono altre persone, vuol dire che ci si sente esposti al loro giudizio, mentre le bambine quando sono figlie di un’altra persona in sogno indicano generalmente prosperità e ricchezza, ma quando sono in tante potrebbero annunciare preoccupazioni di cui si teme l’insorgere. La bambina abbandonata, quand’è una donna a sognarla, può essere anche una proiezione della propria rinascita interiore, l’acquisto di vestiti è sempre collegato all’apparire, al ruolo sociale, all’immagine che si vuol dare di sé. Il cappello è legato alle convenzioni sociali, alla rispettabilità di una persona, non è considerato di buon auspicio perderlo, o se il vento lo soffia lontano; indossarne uno logoro è comunemente associato a difficoltà finanziarie e ristrettezze in arrivo. Più il cappello è grande, maggiore il suo prestigio,comprarne uno nuovo è segno di un cambiamento di posizione sociale in vista, il volersi distinguere per le proprie doti e soprattutto per la propria intelligenza, dato che il cappello poggia in testa, dove nascono le idee. Portare il cappello di un altra persona indica il rispetto che si porta verso quella persona, l’alta considerazione in cui la si tiene. Un cappello è anche un segno di appartenenza culturale o capriccio della moda, il cappello di paglia viene spesso associato alla leggerezza, alla sincerità, alla femminilità. Sognarne tanti insieme è spesso il riflesso di doversi confrontare con molte persone e con le rispettive idee. Il berretto a sonagli indica la scheggia impazzita della società, un bisogno di rompere le convenzioni sociali, di uscire da una situazione drammatica di cui si sente il peso. La stella nei sogni è sempre un simbolo fortunato, anche se appare solo come forma degli oggetti, un richiamo all’attesa della buon sorte. La venditrice ambulante è simbolo di concordia fra le persone, benevolenza conquistata da parte di qualcuno a cui teniamo, prosperità economica, ma attenzione alle false impressioni, alle delusioni: a volte dietro la figura dell’ambulante può esservi una truffa, una verità non detta, del marcio nascosto.

Responso

Se l’equilibrio è tanto delicato
nel tempo di rinascita interiore
il tuo valor sarà più rispettato

Numeri

52. La bicicletta,
62. Il cappello di paglia
41. La venditrice ambulante,
42. Il berretto a sonagli
60. La bambina

Newsletter

Condividi nei Social
0Shares

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.