Un libro al giorno. David J. Linden, La mente casuale. Come l’evoluzione del cervello ci ha dato l’amore, la memoria, i sogni e Dio. Milano, Hoepli, 2009. Dove trovarlo in biblioteca.

David J Linden
La mente casuale

Come l’evoluzione del cervello ci ha
dato l’amore, la memoria, i sogni e Dio

Milano, Hoepli, 2009
Disponibile al prestito interbibliotecario

Dove trovarlo:

David J. Linden è un neuroscienziato statunitense che insegna alla Johns Hopkins University di Baltimore nel Maryland, dal 2008 è direttore editoriale del Journal of Neurophysiology. Questo libro gli è valso un riconoscimento dall’ Independent Publisher Association, una testata digitale diretta da Jim Barnes e Amy Shamroe che mensilmente valuta, recensisce e premia il lavoro degli scrittori indipendenti. Linden si è occupato in particolare della causalità dei processi neurali, mentali e cognitivi, scoprendo che essi sono per lo più indeterministici: il nostro cervello è il frutto casuale, imperfetto e contraddittorio di una complessa storia evolutiva. Fin da studente all’Università di Berkeley e alla Northwestern dell’Illinois, si era occupato di questi temi, poi dopo la laurea ha lavorato per un po’ per La Roche nel New Jersey in un laboratorio di ricerca privato, per dedicarsi poi alla ricerca indipendente e all’insegnamento. Le sue ricerche concernono gli aspetti elettrochimici del funzionamento del cervello e il ruolo di dendriti e sinapsi nelle elaborazioni cerebrali. Linden ha pubblicato decine di articoli in varie riviste scientifiche e non. Questo libro è molto interessante per approfondire il ruolo svolto dalle reti di neuroni nel consolidamento della memoria, e come il lavoro onirico sia determinante allo sviluppo di queste connessioni.

Condividi nei Social
0Shares